Lacci paralleli, un evergreen per un aspetto ordinato

Postato su

La vera cura di una persona si nota dalle piccole cose. Il volto è senza ombra di dubbio il biglietto da visita di ciascuno di noi, ma dal viso di un individuo è difficile capirne la personalità. Questa si nota dalle piccole cose, da tanti accessori che vanno a completare la struttura. Le scarpee il modo in cui vengono portate le stringhe sono una di queste. I lacci paralleli, ad esempio, contribuiscono a donare un aspetto più ordinato.

Allacciare le scarpe utilizzando questo metodo dona un look classico ma allo stesso tempo informale. Questa tipologia, inoltre, dona un aspetto più ordinato a tutto il piede e contribuisce ad alleviarne la pressione sul crinale superiore. Prima di procedere con l’allacciatura, è consigliabile utilizzare dei lacci sottili di almeno 80 cm di lunghezza. Shoelaces, azienda leader nel settore delle stringhe, permetterà di scegliere il colore più adatto per la scarpa.

Una volta recuperato il materiale necessario si inizierà inserendo il laccio nel primo occhiello della calzatura, da entrambi i lati. Prima di procedere è consigliabile assicurarsi che le estremità del laccio siano pari. Per fare ciò sarà necessario tirare i bordi per l’intera lunghezza e rendere la stringa uguale, senza una parte più corta dell’altra.

Una volta ottenuta la prima barra, bisognerà prendere l’estremità destra del laccio e farlo passare lungo il lato inferiore dell’occhiello e tirarla su dal secondo buco del lato destro. A questo punto la stringa deve essere tirata allo stesso modo verso il lato sinistro, spinta nel secondo foro sinistro e tirare fino a stringere. Lo shoelaces non dovrebbe essere visibile: nel caso in cui lo fosse sarebbe consigliabile ricontrollare tutti i procedimenti.

Il passaggio andrà ripetuto fino a completare tutti gli occhielli. Per completare correttamente l’operazione basterà prestare attenzione a non saltare le fessure e che il laccio una volta passato da un lato all’altro debba rientrare da un foro parallelo a quello da cui è uscito.

Condividi su:

enEnglish

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.